Grosseto Via F.Corridoni,40-Tel.0564-28815
Studio Ippocrate
Anoressia Nervosa

 

 

 

 

 

I criteri più utilizzati per fare diagnosi di anoressia nervosa sono:
• perdita di peso (oltre il 15% del peso teorico o ideale);
• scomparsa delle mestruazioni (amenorrea);
• paura di ingrassare che non diminuisce alla perdita di peso;
• alterata percezione dell'immagine del proprio corpo.
Vengono distinte due forme di anoressia:
- restrittiva, in cui il dimagramento è dovuto al digiuno ed al rifiuto del cibo o ad un eccessivo esercizio fisico);
- con bulimia o con comportamenti purgativi (dove sono presenti abbuffate o digiuni, vomito, abuso di diuretici e/o lassativi).


Il corpo e il cibo diventano delle ossessioni: il momento dei pasti, l'esercizio fisico e il controllo del peso, si trasformano in veri e propri rituali. L'incapacità di smettere di pensare al cibo si manifesta spesso in un interes-se particolare per la spesa e per la preparazione delle vivande.